Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» VOGLIA DI SPRING BREAK?
Mar 13 Apr 2010 - 11:09 Da jennifer254

» Aggiornamento: marzo 2009
Sab 7 Mar 2009 - 22:25 Da diego

» Diritti d'autore
Dom 1 Mar 2009 - 2:16 Da diego

» Chiudiamo la relazione?
Mer 10 Dic 2008 - 0:51 Da Elisa

» UNA SITUAZIONE RIDICOLMENTE IN STALLO
Mer 12 Nov 2008 - 15:55 Da Elisa

» PROSSIMO INCONTRO
Dom 9 Nov 2008 - 23:17 Da karen

» Borsa di studio per corso di restauro a Ischia
Ven 7 Nov 2008 - 14:37 Da andrea90.t

» L'estate è finita
Mer 24 Set 2008 - 10:46 Da Elisa

» 02/09/2008
Sab 13 Set 2008 - 22:05 Da diego

» 01/09/2008
Mar 2 Set 2008 - 2:44 Da diego

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

Gruppo di Lavoro: Storia PG di Spilimbergo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Gruppo di Lavoro: Storia PG di Spilimbergo

Messaggio Da Elisa il Mer 18 Giu 2008 - 23:32

Aggiungo solo il link al sito del progetto giovani:

http://www.progettogiovani-spilimbergo.it/

Da questa pagina, alla voce ATTIVITA' ---> PROGETTI TERRITORIALI si trova tutto l'elenco delle attività svolte dal 2001 al 2007!

http://www.progettogiovani-spilimbergo.it/progetti/progetti.htm


Elisa
avatar
Elisa

Numero di messaggi : 90
Data d'iscrizione : 31.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gruppo di Lavoro: Storia PG di Spilimbergo

Messaggio Da Elisa il Mer 4 Giu 2008 - 13:57

Parto da quanto scritto da Giulio per riportare invece quello che è emerso dalla mia chiacchiarata con i 2 ex operatori del PG di Spilimbergo, Angelica e Loris.

Il PG a Spilimbergo nasce nel 1995 circa e, come diceva Giulio, come "ramo" dei servizi sociali quindi particolarmente rivolto alle situazioni di prevenzione del disagio giovanile.
Inizialmente vi era una sola operatrice/educatrice e solo nel 2000 si è passati a 2 (Angelica e Loris) per l'appunto.

La nascita di un PG a Spilimbergo è dovuta alla forte spinta proveniente dalla Provincia di Pordenone che oltre a finanziare il Progetto si è occupata fin dall'inizio della formazione degli operatori, degli amministratori, dei responsabili tecnici nonchè dei politici.
In particolare Angelica e Loris hanno più volte fatto riferimento ad un ciclo formativo della durata di 3 anni in cui parte della formazione è stata rivolta a processi di creazione di rete tra enti e associazioni ma soprattutto alla così detta PROGETTAZIONE PARTECIPATA.
Ed è proprio da questa esperienza formativa che è partito il progetto dell'Osservatorio sulla condizione giovanile.
Per avviare tale progetto sono stati fatti diversi incontri, sia con l'amministrazione di Spilimbergo e San Giorgio, sia con le diverse asssociazioni: è stata fatta una vera Ricognizione Sociale con interviste alle associazioni che lavorano con o per i giovani - in particolare le interviste sono state rivolte non tanto al presidente dell'associazione quanto a tutti coloro che operano a diretto contatto con i giovani - e con Focus Group con gruppi di "esponenti" di tali associazioni.
All'interno del tavolo di lavoro per la costituzione dell'Osservatorio gli operatori del PG hanno partecipato come attori dunque il Tavolo - e gli incontri con l'amministrazione - sono sempre stati coordinati da un mediatore esterno, un esperto di progettazione partecipata nonchè tutor dell'intera attività del PG.
Da quanto è stato detto da loro, tale progetto è stato rifiutato dall'amministrazione proprio alla seduta conclusiva del tavolo di lavoro, non solo a causa delle esigenze di una sistemazione fisico/logistica, ma anche perchè l'Amministrazione non sembrava più disposta a partecipare ad un tipo struttura che per statuto si formulava come adhocrazia - l'assessore era parte del forum ma non deteneva alcuna posizine differenziata diverso agli altri - un organo consultivo le cui proposte dovevano essere comunque "valutate" dall'amministrazione.

Tornando invece al PG, Angelica e Loris vi hanno lavorato dal 2000 al 2006 e la sede durante tutto quel periodo era in Casa Gaspardo, sede in realtà non a norma, motivo per qui è stata chiusa nel 2006 con ben poco preavviso.
Ovviamente la sede di Casa Gaspardo era diversa dall'attuale anche nella disposizione degli spazi, forse leggermente più grande se non altro perchè inizialmente disponeva dei due piani e del giardino posteriore (giardino concesso, nell'estate del 2005, ai DenantDaur per tutte le prove prima dello spettacolo "Zobeide" tratto dalle Città Invisibili)

La programmazione più generale delle attività veniva fatta ad inizio anno, con un progetto di massima, poi pian piano durante l'anno venivano sviluppate anche attività diverse rispetto al progetto iniziale (per le attività vedere quanto ha scritto Giulio)

Due sole annotazioni:
1. Il Cineforum è nato nel 2001 da una richiesta da parte dei ragazzi della scuola di mosaico che avevano richiesto un posto dove potersi trovare, svagare, che non fosse il prato fuori dalle casette della Favorita. Questo primo ciclo di incontri è stato fortemente voluto dagli operatori nonostante non avessero il permesso di aprire gli spazi la sera.
2. REstate con Noi. Questa è la rassegna entro cui è stato inserito il progetto dello spettacolo dei DenantDaur. La rassegna aveva come idea di fondo quella di porsi a VETRINA della creatività/talento dei giovani spilimberghesi. Infatti oltre allo spettacolo Zobeide - interamente costruito con la costante collaborazione e supporto di Angelica e Loris - ci sono stati altri due appuntamenti: il READING DEI SAVOLTANS e una serata di cortometraggi artistici spiegati da Simona Tell (Laureata in cinematografia a Gorizia nonchè autrice di alcuni corto di animazione).
L'idea era quindi ben più ampia che un solo spettacolo e, se non ci fossero state le dimissioni degli operatori nel 2006, l'avrebbero sicuramente portata avanti.

Concludo con la collaborazione PG e SpilimbergoMusica. Gli operatori del PG sono sempre stati presenti alle serate di SpilimbergoMusica, sia quando si teneva a Gradisca che poi a Barbeano. Presenti nel senso che erano lì con il loro banchetto informativo e nel senso che collaboravano anche nell'organizzazione, proponendo ad esempio di dedicare uno spazio all'animazione, e magari nello specifico per i bambini.
Prima di concludere la loro esperienza al PG di Spilimbergo Angelica e Loris avevano messo in piedi e avviato un progetto che li vedeva collaborare direttamente con le scuola (credo medie- ma purtroppo non ne sono così sicura).

Direi che è tutto.
avatar
Elisa

Numero di messaggi : 90
Data d'iscrizione : 31.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gruppo di Lavoro: Storia PG di Spilimbergo

Messaggio Da Elisa il Mer 4 Giu 2008 - 13:20

Posto questo messaggio che Giulio mi ha inviato come resoconto della sua ricerca sulla storia del Progetto Giovani di Spilimbergo.

Storia del PG a Spili

* Citare il messaggio
*

Da Giulio A Elisa, Lun Giu 02, 2008 9:41 pm
Come promesso, ecco un agile resoconto della chiacchierata con la sig.ra Maria Antonietta Moro, responsabile dell'Area Cultura e quindi, da 4-5 anni anche del Progetto Giovani.

Il Progetto giovani esiste da circa una decina d'anni: nasce dai Servizi Sociali principalmente come alternativa e prevenzione al fenomeno delle devianze giovanili, per promuovere forme spontanee di aggregazione giovanile.
Da sempre è gestito da due operatori con contratto a termine di 25 ore settimanali, che comprendono anche 15 ore da dedicare complessivamente al Centro di San Giorgio della Richinvelda.
Il Progetto Giovani è infatti costituito da 2 centri operativi:

1. Ufficio Informagiovani, a Spilimbergo in villa Businello
2. Centro di Aggregazione, a San Giorgio presso le scuole medie


Principalmente l'Informagiovani offre una vasta gamma di informazioni su studio e formazione, lavoro, società e tempo libero, viaggi, cultura e spettacolo, iniziative per i giovani, oltre alla possibilità di navigare su internet (senza particolari regole sul tempo o altro).
Un po' diverso lo Spazio Giovani di San Giorgio, dove si può "fare amicizia, giocare, imparare e sperimentare, guardare film, navigare in internet, fare gite, passare il tempo libero in buona compagnia" (testuale da un powerpoint del Comune)

Focalizzando su Spilimbergo, l'impegno principale degli operatori è fungere da collettori di richieste ed esperienze, da amalgamare e condividere per quanto possibile. La precedente locazione di casa Gaspardo concedeva anche spazi per la libera aggregazione... purtroppo erano necessari dei lavori che hanno portato lo spostamento degli uffici in villa Businello, e comunque è improbabile che si torni là.
In questi anni ci sono state diverse iniziative:

* laboratorio di scrittura creativa
* corso di stampa fotografica presso il CRAF, che di sua iniziativa NON lo promuoverebbe ma solo si "presta" al PG; a fine corso viene pure organizzata una mostra fotografica "autogestita" dai partecipanti al corso e dal personale del PG, anche questo come momento di formazione
* laboratorio teatrale, con spettacolo e dimostrazione conclusiva - lo spettacolo d'esordio dei Denantdaur ("Le città invisibili" di Calvino) viene indicato come "il momento forse più alto della storia del PG a Spili";
* serate cinema al Progetto Giovani, gestite da una ragazza laureata in cinematografia (?) a Gorizia, frequentatrice dell'Informagiovani; serate non solo dedicate alla visione ma anche al commento artistico e all'approfondimento
* "un parco per amico", lettura nel parco di villa Businello di opere di giovani spilimberghesi; un esempio di utilizzo del parco per le attività del PG


In generale, il PG dispone di un budget annuale di circa 18.000€, che vanno a finanziare queti cosiddetti microprogetti, comunque inseriti all'interno di un programma annuale. Le iniziative già rodate sono il punto fisso, ogni altra integrazione può partire dagli operatori del PG o dai responsabili comunali, che ne valutano assieme l'opportunità e la fattibilità.
Come già abbiamo sentito nella serata di cittAccesa di alcuni mesi fa, l'utenza dell'Informagiovani è sempre più giovane, e per lo più composta da stranieri che vengono a navigare su internet o a giocare a Monopoli ecc...
Negli anni una delle richieste più forti e ricorrenti è stata quella di un laboratorio teatrale.

Riguardo la pubblicizzazione, ci sono stati diersi tentativi di lancio o ri-lancio del servizio, con varie modalità (oltre alle lettere, palloncini, ecc...) anche con tentativi di collaborazione (un punto informativo alla festa di Spilimbergomusica)

I fondi con cui si organizza il PG vengono prevalentemente dalla Provincia, che in questi ultimi anni ha promosso sia la formazione degli operatori, dei responsabili tecnici e di quelli politici (gli assessori), sia monitoraggi della realtà nei diversi comuni, così come lo scambio di esperienze e la condivisione di diversi contributi, anche con incontri e "festival" delle diverse proposte dai vari Comuni.

Alcune note su vicende passate: l'Osservatorio Giovani
Nato sotto la "supervisione" di uno psicologo con funzione di tutor, diversi anni fa questa iniziativa aveva riunito per 6-7 serate diversi esponenti di associazioni giovanili e scuole (comunque capi, animatori, o insegnanti. nessuna partecipazione diretta dei giovani). Era stato predisposto un protocollo di lavoro interessante, per certi versi più avanti dell'attuale LR 12, che sostanzialmente faceva di questo Osservatorio un soggetto di riferimento sia per il supporto pratico alle iniziative del PG, sia come stimolo in fase di progettazione per la Giunta (organo consultivo). L'avventura si è arenata nel momento in cui questo protocollo includeva la richiesta di una struttura fissa (fisica e logistica) disposta dal Comune... Per come era disegnato, questo progetto avrebbe potuto garantire il giusto spazio e dignità anche ai giovani estranei a una forma di associazione, risolvendo il problema della rappresentatività.

Fino ad oggi, dunque, questo è stato il PG a Spilimbergo: una realtà comunque sempre piccola e a carattere transitorio, visto che ogni due anni il nuovo appalto di fatto "azzerava" tutto. Il confronto anche banale e superficiale con altre realtà vicina (es. San Vito, la Com.Montana) dimostra che i migliori risultati sono arrivati dove e quando si è deciso di dare maggiore concretezza al Progetto, con almeno un operatore fisso, a tempo pieno e indeterminato.

Per l'immediato futuro l'Ufficio cultura ha già alcune buone idee in cantiere, ma soprattutto l'orientamento e la speranza è che a settembre (quando si prepara il bilancio per l'anno venturo) si possa cambiare rotta e pianificare una stabilizzazione del Progetto Giovani a spilimbergo, con fondi in più e soprattutto una struttura più solida e duratura.
avatar
Elisa

Numero di messaggi : 90
Data d'iscrizione : 31.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gruppo di Lavoro: Storia PG di Spilimbergo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum