Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» VOGLIA DI SPRING BREAK?
Mar 13 Apr 2010 - 11:09 Da jennifer254

» Aggiornamento: marzo 2009
Sab 7 Mar 2009 - 22:25 Da diego

» Diritti d'autore
Dom 1 Mar 2009 - 2:16 Da diego

» Chiudiamo la relazione?
Mer 10 Dic 2008 - 0:51 Da Elisa

» UNA SITUAZIONE RIDICOLMENTE IN STALLO
Mer 12 Nov 2008 - 15:55 Da Elisa

» PROSSIMO INCONTRO
Dom 9 Nov 2008 - 23:17 Da karen

» Borsa di studio per corso di restauro a Ischia
Ven 7 Nov 2008 - 14:37 Da andrea90.t

» L'estate è finita
Mer 24 Set 2008 - 10:46 Da Elisa

» 02/09/2008
Sab 13 Set 2008 - 22:05 Da diego

» 01/09/2008
Mar 2 Set 2008 - 2:44 Da diego

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

25/04/2008

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

25/04/2008

Messaggio Da diego il Sab 10 Mag 2008 - 18:08

25/04/2008
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cerimonia sotto la Torre occidentale

Messaggio Da diego il Sab 10 Mag 2008 - 18:09

LIBERAZIONE
Cerimonia sotto la Torre occidentale
Spilimbergo

(cr) Festa della Liberazione e cerimonie organizzate dall'Anpi del presidente Ciro Rota nei luoghi dove sono ricordate le vittime dell'oppressione nazifascista. Il culmine sarà sotto la torre occidentale, dove si ritroveranno le autorità, con in testa il sindaco di Spilimbergo , per rievocare ideali e valori che permisero di restituire la democrazia. I partecipanti saranno alle 10 a Barbeano per deporre la corona alla base della lapide che ricorda i caduti civili Sante Sedran e Carlo Martinuzzi. Alle 10.15 a Istrago davanti alla lapide dei caduti garibaldini Leonardo De Rosa e Armando Serafini. Alle 10.30 circa a Baseglia sotto la targa del caduto osovano Giovanni Battista Brovedani e dei patrioti Benigno Cedolin e Italo Concina. Alle 10.45 nel cimitero del capoluogo, alla lapide dei caduti partigiani e dei militari periti nei campi di prigionia nazisti. Alle 11 la cerimonia principale a Spilimbergo , con il raduno sotto la torre occidentale, accompagnato dalla banda musicale dell'istituto Guido Alberto Fano. Qui sarà deposta la corona per ricordare sia le vittime dell'eccidio del 1919 (Francesco Pagnucco, Angelo Tambosso e Azeglio Giacomello, uccisi durante una protesta popolare), sia il garibaldino Primo Zanetti che fu impiccato dai soldati tedeschi.
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Omicidio Mascherin, verso l'archiviazione

Messaggio Da diego il Sab 10 Mag 2008 - 18:10

Omicidio Mascherin, verso l'archiviazione
Spilimbergo

A distanza di un anno e mezzo dall'omicidio dell'avvocato spilimberghese Enzo Mascherin, assassinato da una mano ignota, che ne ha gettato il cadavere nella Drava, a Villach, in Austria, si torna a parlare del caso. Lo spunto viene dalle dichiarazioni del sostituto procuratore Federico Facchin, che ha confermato di aver contattato i colleghi investigatori della Polizia austriaca per farsi mandare tutti i documenti relativi all'omicidio che ancora non ha un colpevole. Anche perché, in assenza di elementi importanti di novità, il fascicolo contro ignoti aperto alla Procura di Pordenone potrebbe essere chiuso, visto che il reato è stato commesso sotto un'altra giurisdizione. La richiesta di chiarimenti all'Austria nasce anche dalle sollecitazioni fatte alla Procura dai familiari della vittima, e in modo particolare dalla figlia Roberta, avvocato come lo era il padre.

Sono trascorsi diciotto mesi da quel tragico 7 ottobre 2006 - e non è ancora stato dato un volto e un nome all'assassino - e i congiunti vogliono sapere chi ha ucciso Enzo Mascherin e poi lasciarsi definitivamente alle spalle un periodo terribile della loro vita.

«Speravamo che si facessero vivi loro ha fatto sapere, la signora Emilia, vedova di Enzo Mascherin -, ma fatto salvo per l'esito dell'autopsia, che comunque non dà le risposte che volevamo sulle modalità di uccisione di mio marito, non ci sono stati altri contatti. Siamo avviliti ha aggiunto perché vediamo continuamente casi di questo genere per i quali non si scopre il colpevole e quindi ci lasciamo prendere dallo scoramento».

La vedova ha anche confessato che le risulta sempre più difficile incassare nuove delusioni: «È brutto da dire ha precisato -, ma talvolta preferirei che non si parlasse più di questa vicenda, perché in ogni circostanza in cui ci sono state delle novità ci siamo fatti delle illusioni che sono state puntualmente vanificate dall'amara realtà».

«Non avrei mai pensato di trovarmi un giorno in questa situazione ha concluso la vedova -: un marito e padre ucciso in circostanze misteriose e la magistratura austriaca che non riesce ad acciuffare gli autori del crimine, nonostante mille indizi e addirittura fortissimi sospetti a carico di una persona ben precisa, che non sono però mai sfociati in nulla di concreto».

Prima di essere ammazzato, l'avvocato fu anche derubato di una ingente somma di denaro che aveva prelevato in banca a Spilimbergo per restituirla a una parente in seguito all'acquisto di un immobile.

Lorenzo Padovan
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Consiglio, una commissione al Pd

Messaggio Da diego il Sab 10 Mag 2008 - 18:10

SPILIMBERGO Istruzione e Cultura potrebbero andare ad Armando Zecchinon. La Lega Nord farà gruppo a sè
Consiglio, una commissione al Pd
Dopo 15 anni di muro contro muro il sindaco disponibile a collaborare con le opposizioni
Spilimbergo

Gruppi consiliari, rapporti con le opposizioni, enti collegati: sono molti i temi che necessitano di essere chiariti, quando mancano pochi giorni all'insediamento ufficiale del nuovo sindaco.

«C'è stata una riunione spiega Renzo Francesconi - con i consiglieri comunali del Popolo della Libertà e del Progetto Spilimbergo , che mi hanno sostenuto nella campagna elettorale. È stato deciso di costituire un gruppo consiliare unico; in pratica Luchino Laurora, unico eletto della lista civica, ha chiesto di federarsi al gruppo del Pdl. Adesso non di preciso la denominazione che sarà assunta; ma la sostanza è questa. Il capogruppo è stato individuato in Michel Del Toso». La Lega Nord invece farà gruppo a sé.

Un'accusa che spesso è stata avanzata alla maggioranza nei precedenti mandati, è che ha fatto tutto da sola, senza tenere in alcun conto l'opinione degli altri partiti. Con il nuovo sindaco, come funzionerà? «Io sono disponibile a cercare e a trovare una collaborazione con le opposizioni, purché nel rispetto dei ruoli di ciascuno. Proprio nei giorni scorsi si è svolto un incontro su questo punto, richiesto dagli stessi esponenti di minoranza, per uno scambio di informazioni. È stata un'occasione di riflessione molto interessante. E alla fine, su mandato dei consiglieri che mi sostengono, ho avanzato la proposta di cedere una commissione alla minoranza. Non abbiamo deciso quale, ma probabilmente sarà la commissione Istruzione e Cultura. La nostra offerta è di appoggiare Armando Zecchinon (Pd) come presidente, perché, sindaci a parte, è quello che ha ottenuto più voti di tutti (138 preferenze)». In un certo senso è insomma un riconoscimento del suo peso elettorale.

Si è parlato nei giorni scorsi anche di un possibile effetto domino delle elezioni sulla gestione degli enti secondari, che sono attualmente monopolizzati dalla Lega Nord, come la presidenza del Consorzio industriale, il consiglio di amministrazione dell'Asp (la casa di riposo) se non addirittura della Scuola di Mosaico. «Io taglia corto il neo sindaco mi occupo di mettere insieme la giunta, in base a criteri fiduciari. Per quanto riguarda il resto, non la considero materia di scambio. Gli enti secondari restano come sono. Si riparlerà di nomine quando arriverà il momento (la scadenza più immediata è quella della casa di riposo, fra due anni)». No allo spoil system, dunque, altrimenti detto "repulisti": quel principio, cioè, in base al quale chi vince si prende tutto. Qualche novità anche dal punto di vista formale. Il primo consiglio comunale, data la solennità del momento, sarà preceduto dall'esecuzione dell'inno nazionale. «Ma non sarà sempre così: solo per quelle sedute che avranno una forte rilevanza istituzionale», assicura il sindaco.

Infine, le prossime scadenze. Lunedì prima riunione di Giunta. Mercoledì prima convocazione del Consiglio alle 18, solo per l'insediamento. Nel giro di un paio di settimane, una seconda convocazione per il programma e la nomina delle commissioni.

Claudio Romanzin
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 25/04/2008

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum