Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» VOGLIA DI SPRING BREAK?
Mar 13 Apr 2010 - 11:09 Da jennifer254

» Aggiornamento: marzo 2009
Sab 7 Mar 2009 - 22:25 Da diego

» Diritti d'autore
Dom 1 Mar 2009 - 2:16 Da diego

» Chiudiamo la relazione?
Mer 10 Dic 2008 - 0:51 Da Elisa

» UNA SITUAZIONE RIDICOLMENTE IN STALLO
Mer 12 Nov 2008 - 15:55 Da Elisa

» PROSSIMO INCONTRO
Dom 9 Nov 2008 - 23:17 Da karen

» Borsa di studio per corso di restauro a Ischia
Ven 7 Nov 2008 - 14:37 Da andrea90.t

» L'estate è finita
Mer 24 Set 2008 - 10:46 Da Elisa

» 02/09/2008
Sab 13 Set 2008 - 22:05 Da diego

» 01/09/2008
Mar 2 Set 2008 - 2:44 Da diego

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

17/04/2008

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

17/04/2008

Messaggio Da diego il Gio 8 Mag 2008 - 13:37

17/04/2008
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Assessori in coda per la nuova giunta

Messaggio Da diego il Gio 8 Mag 2008 - 13:38

SPILIMBERGO Tra gli esclusi dal consiglio Antonio Zavagno e Sergio Tavella, esponente storico della sinistra
Assessori in coda per la nuova giunta
Insediato il sindaco. In attesa dell’incontro tra partiti già pronti Filipuzzi, Sarcinelli e Mongiat

Spilimbergo
Smaltita la sbornia delle elezioni, archiviati le speranze e i timori, le istituzioni comunali hanno ripreso le loro funzioni. Ieri mattina alle 8 in municipio cerimonia ufficiale di insediamento di Renzo Francesconi. Tutti i presidenti di seggio si sono riuniti in sala consiliare per dare lettura dei risultati ufficiali dello scrutinio e hanno proclamato il nuovo sindaco, salutato da un applauso di incoraggiamento. Erano presenti anche il sindaco uscente, Arturo Soresi, il segretario generale del Comune, il comandante della polizia municipale, quello dei carabinieri e un pubblico risicatissimo. Quindi, dopo aver formalizzato anche la composizione del consiglio comunale e mentre i presidenti si dedicavano al loro sport preferito (la firma dei verbali), i due primi cittadini si sono riuniti per un quarto d'ora insieme al segretario generale nella stanza dei bottoni, per un breve scambio di informazioni, un quarto d'ora in tutto, per definire le pratiche in corso e quelle già prestabilte, di cui adesso dovrà farsi carico il nuovo eletto. Per il momento nessuna conferma sulla composizione della nuova giunta. Si deve infatti ancora riunire il vertice della nuova coalizione, per definire i dettagli. Ma fin d'ora si può prevedere che due incarichi di rilievo toccheranno a Bernardino Filipuzzi ed Enrico Sarcinelli: il primo in quanto espressione di Forza Italia; il secondo in virtù del notevole risultato personale portato a casa: 106 preferenze (il doppio di cinque anni fa) non sono bruscolini e costituiscono un brillante successo per il giovane avvocato non ancora trentenne. Prevedibile anche che un posto in giunta sarà destinato alla Lega Nord: in questo caso in pole position si trova il rodato Roberto Mongiat, che oltre a essere il più votato dei suoi ha alle spalle anche una lunga esperienza assessorile. In ogni caso Francesconi ha promesso tempi brevi per l'avvio della nuova amministrazione. Se si guarda poi alle priorità operative, al primo posto c'è la riorganizzazione degli uffici pubblici locali: nel programma elettorale del centrodestra è stabilito addirittura che debba essere realizzato nei primi cento giorni. Si vedrà.

Tornando alle elezioni, va evidenziato che i cambiamenti sono stati parziali: metà dei consiglieri eletti erano già presenti da prima. Tra questi, un grande successo ha riportato il maestro Armando Zecchinon (111 voti cinque anni fa, 138 oggi), che evidentemente gode di un forte apprezzamento personale. Guardando all'altra metà, ai nuovi entrati, appaiono straordinarie le prestazioni di due giovani schierati sui due versanti opposti, entrambi alla prima esperienza: Giovanni Chiappetta (Popolo della Libertà), 33 anni, militare in servizio alla caserma di Tauriano, che ha ottenuto 87 voti; e Bruno Colledani (Pd) 25 anni, lavoratore precario, figlio dello studioso Gianni, che di voti ne ha portati a casa 66. Un certo svecchiamento, insomma, c'è stato. Non più di primo pelo, ma pur sempre nuovi entrati con buoni risultati personali, il medico Luchino Laurora (Progetto per Spilimbergo ) con 81 voti e Bruno Cinque (Popolo della Libertà) con 73.

Tra i grandi esclusi, invece, risaltano l'ex assessore provinciale Antonio Zavagno (Lega Nord) e l'esponente storico della sinistra Sergio Tavella (PD). Da notare che resta fuori anche il medico Stefano Zavagno (Noi per Voi), che pur vendo ottenuto 94 preferenze, paga il modesto risultato della sua lista.

Claudio Romanzin
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum