Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» VOGLIA DI SPRING BREAK?
Mar 13 Apr 2010 - 11:09 Da jennifer254

» Aggiornamento: marzo 2009
Sab 7 Mar 2009 - 22:25 Da diego

» Diritti d'autore
Dom 1 Mar 2009 - 2:16 Da diego

» Chiudiamo la relazione?
Mer 10 Dic 2008 - 0:51 Da Elisa

» UNA SITUAZIONE RIDICOLMENTE IN STALLO
Mer 12 Nov 2008 - 15:55 Da Elisa

» PROSSIMO INCONTRO
Dom 9 Nov 2008 - 23:17 Da karen

» Borsa di studio per corso di restauro a Ischia
Ven 7 Nov 2008 - 14:37 Da andrea90.t

» L'estate è finita
Mer 24 Set 2008 - 10:46 Da Elisa

» 02/09/2008
Sab 13 Set 2008 - 22:05 Da diego

» 01/09/2008
Mar 2 Set 2008 - 2:44 Da diego

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

27/07/2008

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

27/07/2008

Messaggio Da diego il Lun 11 Ago 2008 - 20:25

27/07/2008
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 27/07/2008

Messaggio Da diego il Lun 11 Ago 2008 - 20:27

FOLKEST
"Ama" e "Gipsy blue", i nomi illustri li abbiamo in casa
Spilimbergo

Folkest permette di girare il mondo stando seduti in piazza Duomo. Accorgendosi poi di quanto sia bello il prato di casa. Con la prima serata della festa spilimberghese chiosa del trentennale, è partito anche l'esperimento "talk" del festival. "Parole di musica", condotte da Michela Moreno con Massimo Bubola prima del concerto sul palco grande, divagano su Dylan, De Andrè e umorismo. Come pure l'incontro con l'autore di Roberto Sacchi insieme a Franco Fois, esaminando la figura del liutaio e mosaicista Domenico Bianchini detto "Il Rossetto" varca la soglia di queste parentesi. Senza altri strumenti sonori se non le corde vocali, con impostazione semplice accettata dal pubblico, probabilmente migliorabili e sviluppabili con diversa collocazione, anche queste situazioni "paroliere" arricchiscono le serate di Festa a Folkest.

Il concetto degli organizzatori parte dal presupposto (fondato) che non sempre la gente vada dove si fa cultura. La loro contro-risposta è quella di fare cultura dove la gente c'è. Come al concerto dei Bollywood Brass Band, britannici epigoni di Morricone, o della pordenonese Zerorchestra. Alla proiezione su fondale di film prodotti in India (Bombay lascia l'iniziale alla più famosa fabbrica di celluloide americana) il gruppo procrea dal vivo la colonna sonora. Si alterna alla multimedialità - i cui approfondimenti porterebbero a curiosi paralleli e analogismi con i "format" che passano da noi - una danzatrice in carne e ossa, che aumenta il movimento della banda.

Michele Pucci su altro proscenio si presenta con una proposta rinnovata. Insieme alla voce di Francesco Grosso (Asgard) che ha curato i testi del nuovo "Ama" (Folkest dischi), al flautista Giuliano Prada (flamenco super) e a Luciano Marangone, Paolo Mappa e Stefano Andreutti (Zuf de Fur), esce allo scoperto l'ultimo lavoro. È stato un battesimo per l'ensemble, si pensa foriero di soddisfazioni. Gli organetti del Trio Cima Salvi Tombesi mescolano sangue di latitudini diverse in vene accomunate dal bacino mediterraneo. Alla fine di tutto, però, chi resiste e persiste oltre la mezzanotte è il Doc Trio, che neanche volesse far dispetto è un sestetto. L'euforico Daniele D'Agaro al clarinetto, l'eclettico Mauro Ottolini con trombone, buccina, sousaphone, tuba e basettoni, uniti dalla colorita fisarmonica cromatica di Vincenzo Castrini sono il nucleo. Alcuna fissione può comunque farli prescindere dalla chitarra di Simone Guiducci e dalla batteria di Paolo Mappa, oltre che da Romano Todesco non solo al contrabbasso, ma anche al suo primo amore marcato Scandalli. C'è "Gipsy blue" a confermare su Cd la loro intesa intensa. Per l'arte di improvvisare è in qualsiasi modo meglio ascoltarli dal vivo. Passano dai Platters e giungono non solo al facilmente citabile Tom Waits, ma pure al jazz di Volmer Beltrami. Conosciuto da pochi, peccando. I sei sono gente di casa nostra, senza andare tanto in giro a cercare nomi illustrati più che illustri.

Roberto Vicenzotto
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 27/07/2008

Messaggio Da diego il Lun 11 Ago 2008 - 20:28

SPILIMBERGO -Ultima grande serata ...
SPILIMBERGO -Ultima grande serata di Folkest, domani sera, alle 21.15, in piazza Duomo nella Città del mosaico, che conclude la sua programmazione con il concerto di Noa, una vecchia amica del festival, una delle più celebrate interpreti della scena musicale internazionale. Il suo canto mescola armoniosamente jazz, rock americano e suggestioni mediorientali, superando tutte le frontiere culturali. Interprete in Vaticano di un'Ave Maria che ha commosso il mondo, Achinoam Nini (Noa per tutti) è diventata in pochi anni una stella acclamata della world music. Fino a 17 anni ha vissuto a New York, per tornare poi in Israele e prestare il servizio militare, completando la sua formazione in una scuola di musica a Tel Aviv. Grazie anche alla collaborazione con Gil Dor e con il chitarrista americano Pat Metheny, Noa ha messo a frutto le capacità e la fantasia compositiva che uno spiccato talento musicale ha profuso in lei. Alla radice di una voce così particolare c'è, come dice lei, un sentimento vasto, una leva che vince tutte le resistenze e dona la serenità. Il ritorno alle radici ha sciolto il nodo. "A casa mia ho annullato le inquietudini e colto la più bella ricchezza del mondo: l'amore, appunto". La comunicazione con chi l'ascolta è spontanea: "La sentite anche voi la mia emozione, il cuore che mi batte?", chiede scherzosamente alla platea, portandosi la mano sul petto. Nel 2008 è uscito il suo nuovo album "Genes & Jeans", che dà nome al suo attuale tour. Prima dell'attesa esibizione di Noa, Ezio Guaitamacchi, direttore del mensile Jam e musicista da sempre appassionato di "cose americane", e Brunella Boschetti proporranno il loro spettacolo "Un uomo chiamato Bob Dylan", un curioso viaggio fra aneddoti e canzoni del folk singer statunitense, affettuosamente celebrato con spiritosa leggerezza.
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 27/07/2008

Messaggio Da diego il Lun 11 Ago 2008 - 20:28

Miss Italia, spilimberghese alle finali di Salsomaggiore
PALMANOVA - La spilimberghese Stephanie Bortolussi ha conquistato l'altra sera, nelle selezioni in programma in piazza Grande, a Palmanova (Udine), il diritto a partecipare alle prefinali di Miss Italia, in programma a Salsomaggiore Terme. La 18enne (al centro nella foto) di Spilimbergo , alta 1.78, dagli occhi e capelli castanoverdi, del segno del Capricorno, è studentessa di lingue (inglese, tedesco, spagnolo) e si definisce tenace, pignola e testarda. I suoi idoli sono per la canzone Madonna, per la televisione la Hunziker e per il cinema la Pfeifer. Stephanie ha l'hobby della danza classica e moderna, infatti il personaggio che maggiormente vorrebbe incontrare è Carla Fracci.
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 27/07/2008

Messaggio Da diego il Lun 11 Ago 2008 - 20:28

Famiglie in gita all'inceneritore
Successo dell’iniziativa che a Spilimbergo ha aperto le porte dell’impianto della Mistral
Spilimbergo

C'è chi la gita fuori porta la fa al castello di Toppo e chi all'inceneritore della Mistral. Ha riscosso successo l'iniziativa che si è svolta ieri, di apertura straordinaria dell'impianto dalle 10 alle 17. In molti hanno colto l'opportunità, e oltre alle autorità e alle persone impegnate si sono viste anche famiglie con prole. L'iniziativa è stata organizzata dalla società altoatesina Hafner, che detiene la quota di maggioranza nella proprietà dell'impianto. Lo stesso titolare era presente ad accogliere gli esponenti pubblici presenti, tra cui il sindaco e diversi assessori comunali e provinciali. Già in passato i gestori avevano proposto aperture all'insegna della trasparenza ma la prima volta, quattro anni fa, l'opportunità era stata limitata ai soli amministratori e ai giornalisti; poi una replica rivolta a tutti i cittadini era stata messa in piedi due anni fa, ma in pochi avevano colto l'occasione. Stavolta, invece, il richiamo è stato addirittura "turistico". L'iniziativa si è articolata in una serie di tour guidati con partecipazione libera, a partire dalle 10. Le visite hanno avuto una durata di circa mezz'ora, con partenza dal piazzale della Mistral: «L'obiettivo hanno spiegato gli organizzatori è quello di far capire come funziona l'impianto e dare atto delle migliorie apportate, in termini di efficienza operativa e di sicurezza».

Su questo aspetto concorda anche Gino Trevisan, presidente del comitato civico Aria Nostra, sorto alcuni anni fa proprio per tenere d'occhio la Mistral: «Abbiamo potuto apprezzare l'impegno per migliorare la sicurezza dell'impianto e per diminuire i rischi operativi. Bisogna dare atto che negli ultimi tempi non si sono più verificati incidenti. Per il resto, c'è poco da fare: a parte il ruolo che potrà svolgere la raccolta differenziata spinta, il futuro del trattamento dei rifiuti è questo. Non si può continuare con le discariche. Ma è necessario che gli impianti siano fatti a regola d'arte e che vengano gestiti in modo adeguato. Sono soddisfatto dell'iniziativa; ma resteremo vigili, perché tutto funzioni come deve».

L'impianto di Spilimbergo brucia rifiuti speciali: si tratta in particolare degli scarti dell'attività ospedaliera di gran parte della regione, ma anche di "cdr", ovvero sostanze plastiche; non vengono invece più ricevuti i rifiuti liquidi. Tecnicamente si definisce "termovalorizzatore", perché il calore generato dalla combustione dei rifiuti viene utilizzato per produrre acqua calda ed energia elettrica.

Claudio Romanzin
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 27/07/2008

Messaggio Da diego il Lun 11 Ago 2008 - 20:29

POLITICA
Autostazione e auditorium, la Lega chiama Trieste
Spilimbergo

(cr) La Lega Nord spilimberghese ha avviato una serie di incontri con esponenti regionali per approfondire questioni ritenute di particolare importanza per la popolazione, con l'obiettivo di far arrivare le istanze del territorio a Trieste.

Il primo appuntamento si è svolto l'altra sera nella sede di via Manin, ospite il consigliere regionale Mara Piccin. L'incontro è stato organizzato dalla segreteria provinciale, rappresentata da Claudio Serafini: "La sezione recita una nota del Carroccio - ha illustrato alla Piccin alcune delle priorità in discussione nell'ambito comunale, tra cui la stazione delle corriere, l'individuazione di una struttura da adibire a teatro polifunzionale, le problematiche inerenti l'occupazione e il rilancio del commercio. Mara Piccin si è impegnata a verificare nelle sedi opportune queste situazioni". La visita è stata anche l'occasione per dare il via nella città del mosaico alla nuova campagna di tesseramento: "La sezione della Lega Nord di Spilimbergo continua la nota è una delle più importanti della provincia di Pordenone ed è oggi al secondo posto per soci militanti. Nel 2008 è stato registrato l'ingresso di sette nuovi soci sostenitori e altre sono le richieste di adesione".

Un'altra visita di un esponente leghista di livello regionale è stata fissata per la prossima settimana: è quella dell'assessore Federica Seganti: «Sarà l'occasione commenta Marco Dreosto - per discutere di sicurezza e dei problemi a essa correlati. Gli argomenti sui quali la Lega si sta impegnando sono l'eliminazione dell'assegno di cittadinanza, la salvaguardia della specialità regionale, la legge sulla lingua friulana e gli strumenti per garantire la sicurezza dei cittadini».
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 27/07/2008

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum