Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» VOGLIA DI SPRING BREAK?
Mar 13 Apr 2010 - 11:09 Da jennifer254

» Aggiornamento: marzo 2009
Sab 7 Mar 2009 - 22:25 Da diego

» Diritti d'autore
Dom 1 Mar 2009 - 2:16 Da diego

» Chiudiamo la relazione?
Mer 10 Dic 2008 - 0:51 Da Elisa

» UNA SITUAZIONE RIDICOLMENTE IN STALLO
Mer 12 Nov 2008 - 15:55 Da Elisa

» PROSSIMO INCONTRO
Dom 9 Nov 2008 - 23:17 Da karen

» Borsa di studio per corso di restauro a Ischia
Ven 7 Nov 2008 - 14:37 Da andrea90.t

» L'estate è finita
Mer 24 Set 2008 - 10:46 Da Elisa

» 02/09/2008
Sab 13 Set 2008 - 22:05 Da diego

» 01/09/2008
Mar 2 Set 2008 - 2:44 Da diego

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

17/07/2008

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

17/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 1 Ago 2008 - 1:14

17/07/2008
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 17/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 1 Ago 2008 - 1:14

Un nuovo
auditorium
a Spilimbergo
Scrivo ...

Un nuovo

auditorium

a Spilimbergo

Scrivo in merito alla vicenda auditorium a Spilimbergo con particolare riferimento alla serata di giovedì scorso organizzata da Acli e cittAccesa, per far dibattere sul tema i cittadini, l'Amministrazione, l'associazione Spilimbergo Arte e Cultura e il circolo culturale Il Tagliamento.

Parto da una considerazione: la vicenda auditorium è già stata da tempo ribattezzata vicenda Miotto, cosa che la dice lunga sulla prospettiva con cui si affronta la questione. A conferma di questo, giovedì sera si è assistito a un dibattito centrato molto di più sulla contrapposizione di due proposte (Miotto e Loggia) che non sul problema complessivo degli spazi culturali a Spilimbergo .

Ho trovato molto approssimative e vaghe le proposte relative ai contenuti di un futuro auditorium, mentre le idee conquistavano una grande chiarezza quando si è trattato di smontare la tesi concorrente. Ancor meglio si animava il discorso quando il focus si spostava dalle proposte ai proponenti.

Non entro nel merito della posizione dell'architetto Perrucci: mi preoccupa però che questa desti maggior interesse della questione spazi culturali a Spilimbergo . Personalmente ritengo corretto definire storica l'occasione di acquisire al patrimonio pubblico la proprietà Della Grotta, un angolo importante di piazza Duomo e un pezzo di storia della nostra città. Ritengo anche importante recuperare dall'attuale stato di degrado o abbandono alcune zone di Spilimbergo , tra cui cito il cinema Miotto, l'area del prossimo Terminal 2, alcuni ex complessi industriali nelle vicinanze del centro, e altri ancora che ometto per brevità. Credo però che sia prima necessario individuare un progetto, una visione di insieme, perché un recupero o una nuova opera non resti fine a se stessa ma sia inserita al meglio in un contesto armonico.

È difficile pensare a una struttura che possa ospitare eventi pubblici con 500 persone, senza pensare ad esempio alla viabilità della zona, ai parcheggi, alle altre possibili ricadute (positive e negative). E la viabilità e i parcheggi vanno pensati anche in funzione del tessuto commerciale e delle esigenze dei residenti. E tra queste esigenze non c'è solo il parcheggio, ma c'è anche la fruibilità delle aree pedonali, la facilità di accedere alle diverse zone di servizi (leggasi piste ciclabili, marciapiedi e altri percorsi alternativi all'automobile).

Queste riflessioni investono il solo lato strutturale, ma non va certo dimenticato il lato organizzativo, i contenuti citati spesso giovedì sera ma senza troppo entusiasmo. Perché è vero che senza struttura non si fa nulla, ma è altrettanto vero che dietro alla struttura serve un'organizzazione, un tessuto culturale. Questo non può nascere ex novo ed essere stagno rispetto a quanto già presente, in termini di associazioni, enti, collaborazioni, servizi. Fino a quando la soluzione alla vicenda auditorium non sarà anche una risposta al problema generale degli spazi culturali, e soprattutto armonicamente inserita in un disegno più grande e mirato alla città nel suo insieme, le proposte dei vari circoli culturali, associazioni, amministrazione comunale non potranno riscuotere molto interesse né definirsi vincenti. La questione è molto più politica che strutturale, ma politica in senso autentico, e cioè legata al benessere della polis, della città appunto; non certo mirata a soddisfare una categoria limitata, ma tutta il contesto cittadino, culturale, urbanistico e sociale.

Giulio Bassutti
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 17/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 1 Ago 2008 - 1:15

IN VACANZA
Punti verdi, i ragazzi alla fiera mercato dei talenti
Spilimbergo - Sono più cento gli iscritti al centro estivo della città del mosaico allestito in località la Favorita e gestito dalla Cooperativa sociale Itaca in collaborazione con l'associazione sportiva Uisp - Il Progetto. I 107 bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni sono impegnati in attività sportive, ludiche e non solo. Dalla scorsa settimana sono partiti sette grandi laboratori itineranti, che impegnano i gruppi nel divertente intento di creare una simpatica fiera-mercato dei talenti.. L'obiettivo - spiega la coordinatrice del punto verde, Laura Morassutti - è di contribuire all'espressione delle propensioni naturali».
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 17/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 1 Ago 2008 - 1:15

SPILIMBERGO Concerti, talk show e presentazione di libri con Folkest, poi il clou dal 14 al 17 agosto con le Giornate della Macia
Eventi estivi, il via con la Crazy Cup
La manifestazione per gli amanti della velocità apre un cartellone che copre cinque settimane
Spilimbergo

C'era una volta l'Agosto Spilimberghese; ma oggi ormai conviene parlare di Estate Spilimberghese, grazie alle attività organizzate dalle associazioni cittadine, che anno dopo anno sono andate tessendo una lunga tela, che arriva a coprire uno spazio di cinque settimane consecutive nel cuore della stagione. È la prima volta che si riesce a predisporre un cartellone così ampio e articolato. Come dire che almeno in questo settore la cittadina dimostra di saper "fare sistema".

Si incomincia sabato 19 e domenica 20 con la quinta edizione della Crazy Cup, manifestazione dedicata agli amanti della velocità. Protagonisti sono i piloti e i cosiddetti "soap box", carretti senza motore che si sfideranno a grande velocità lungo la discesa dell'Ancona. Obiettivo: arrivare al traguardo nei pressi della Polisportiva Aquila incolumi e nel minor tempo possibile. Il veicolo, che potrà essere costruito dai concorrenti o messo a disposizione dall'organizzazione, dovrà avere un impianto frenante di ottima qualità e, ovviamente, nessun propulsore che non sia la forza di gravità. Ad animare la manifestazione, due nomi di spicco: sabato sarà protagonista il duo comico dei Papu in versione speaker, mentre domenica il ruolo sarà rivestito dall'attore Claudio Moretti.

La settimana successiva vede giovedì 24 l'apertura della grande mostra allestita dalla Scuola Mosaicisti del Friuli, mentre per il resto è sostanzialmente targata Folkest, che occuperà tutto il cento storico per cinque giorni, da giovedì 24 a lunedì 28, con concerti, talk show (novità di quest'anno) e presentazione di libri. Più di venti i gruppi che saliranno sui palchi di piazza Duomo, Borgo Orientale e piazza Garibaldi. Una grande festa che avrà il suo culmine lunedì sera con il concerto di Noa. Poi la musica continua, con la rassegna "eVenti 2008", che vedrà alternarsi fino al 3 agosto concerti organizzati dall'Istituto musicale Fano e dallo stesso Folkest: martedi 29 si esibisce la Jam Studio Orchestra, formidabile big band di Torino; giovedì 31 si esibiranno i Nomadi; il 1. agosto i Cameristi del Gran Teatro la Fenice di Venezia, con musiche di Mozart, Verdi e Rossini; sabato 2 e domenica 3 toccherà ai concerti dei maestri e degli allievi del Corsi internazionale di Perfezionamento musicale.

Dopo di che si passa alle manifestazioni di piazza allestite dalla Pro Spilimbergo , che culmineranno a metà mese, dal 14 al 17 agosto, con le Giornate storiche della Macia (il programma specifico della manifestazione rinascimentale sarà presentato ufficialmente mercoledì prossimo a Pordenone, nella sede della Provincia).

Claudio Romanzin
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 17/07/2008

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum