Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» VOGLIA DI SPRING BREAK?
Mar 13 Apr 2010 - 11:09 Da jennifer254

» Aggiornamento: marzo 2009
Sab 7 Mar 2009 - 22:25 Da diego

» Diritti d'autore
Dom 1 Mar 2009 - 2:16 Da diego

» Chiudiamo la relazione?
Mer 10 Dic 2008 - 0:51 Da Elisa

» UNA SITUAZIONE RIDICOLMENTE IN STALLO
Mer 12 Nov 2008 - 15:55 Da Elisa

» PROSSIMO INCONTRO
Dom 9 Nov 2008 - 23:17 Da karen

» Borsa di studio per corso di restauro a Ischia
Ven 7 Nov 2008 - 14:37 Da andrea90.t

» L'estate è finita
Mer 24 Set 2008 - 10:46 Da Elisa

» 02/09/2008
Sab 13 Set 2008 - 22:05 Da diego

» 01/09/2008
Mar 2 Set 2008 - 2:44 Da diego

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

09/07/2008

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

09/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 11 Lug 2008 - 23:56

09/07/2008
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 09/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 11 Lug 2008 - 23:57

Pordenone
(cdp) «Spilimbergo ...
Pordenone

(cdp) «Spilimbergo rivendica la paternità del Craf». Non ha dubbi Renzo Francesconi, sindaco della cittadina e neo presidente del Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia, esule a Lestans, in attesa del completamento dei lavori a palazzo Tadea: «Il Craf tornerà a casa, presumibilmente a maggio del prossimo anno». Occasione per l'annuncio è stata la presentazione di "Spilimbergo fotografia 2008", articolato percorso espositivo composto da undici mostre, distribuite principalmente sulla pedemontana pordenonese, con due fulcri importanti nelle due città capoluogo provinciale di Pordenone e Gorizia. Altro punto programmatico per Francesconi è proprio quello di uscire dai confini (che è anche uno dei tempi principali della manifestazione, assieme alla memoria) provinciali e affacciarsi non solo sulla regione, ma anche sull'Italia e sull'Europa. «Il lavoro del Craf - ha sottolineato - è senz'altro di respiro internazionale, pur partendo da un legame molto forte con il territorio». La manifestazione si caratterizza anche per le preziose collaborazioni con diverse associazioni ed enti: dalla Fondazione Ado Furlan alla "Città complessa" ad altre ancora.

Nel fascicolo

nazionale
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 09/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 11 Lug 2008 - 23:58

Autostazione, si farà il "terminal 2"
Spilimbergo, respinte le richieste dei firmatari della petizione. Due anni per realizzarlo
Spilimbergo

La nuova autostazione si farà nell'area della vecchia struttura Serena, in via Udine, vicino alle scuole medie. Lo ha deciso il Consiglio comunale, sposando lunedì sera la linea della Giunta. Il provvedimento è passato a maggioranza, con il voto contrario di tutte le forze di opposizione. Dopo la scelta politica, la parola adesso passa agli uffici, che devono provvedere a definire il progetto e ad avviare la gara d'appalto per la realizzazione dei lavori. In tutto, prevede l'assessore Silvano Pillin, potrebbe richiedere un paio di anni. Quindi per una eventuale entrata in servizio della struttura, se ne parlerà nel 2010. Nel medesimo progetto rientrerà anche la sistemazione della vicina casa Gaspardo con funzioni di servizio.

La decisione era nell'aria già da tempo, anche perché il sindaco Francesconi aveva più volte ribadito la volontà di procedere con l'iter per la nuova autostazione (da lui ribattezzata "terminal 2") almeno per due ordini di motivi: il primo è che a suo avviso la città ha bisogno di una struttura di supporto, soprattutto in vista dei lavori di adeguamento che dovranno essere effettuati nel momento in cui il Comune riuscirà ad acquistare l'area della stazione dei treni, destinato a diventare il terminal principale per le corriere); il secondo perché, in caso contrario, si sarebbe dovuto restituire il contributo concesso per questo scopo dalla Regione ancora nel 1992: si trattava all'epoca di 646 milioni di lire, una parte dei quali è stata effettivamente utilizzata per elaborare dei progetti di stazione nell'area della filanda nuova (ex Alba), che però non hanno mai avuto seguito. Insomma, è successo un po' come nel gioco della bomba, dove tutti si passano di mano la pratica, finché a qualcuno non scoppia in mano.

Da parte delle opposizioni (Pd, Il Tagliamento, Noi per Voi), compatte nel dire no al progetto, sono state confermate le perplessità già molte volte enunciate: questioni igieniche, innanzitutto, per la quantità di gas nocivi immessi nell'aria dalla movimentazione delle corriere, nelle immediate vicinanze della scuola media (su questo punto, però, il sindaco ha citato uno studio Arpa in base al quale non ci sarebbero pericoli). Ma anche questioni di principio, poiché la stessa area ex Serena era stata acquisita dal Comune in epoca Gerussi per ampliare l'area delle scuole, con spazi destinati soprattutto a verde e ad attività sportive. Inutile anche la petizione predisposta dall'associazione Informagenitori e sottoscritta da circa 850 persone.

Claudio Romanzin
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 09/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 11 Lug 2008 - 23:58

Spilimbergo
(cr) Al termine ...
Spilimbergo

(cr) Al termine di una lunga discussione in sede di Consiglio, il Comune ha deciso di togliere il vincolo alla proprietà Della Grotta, la casa privata che sorge in piazza Duomo che era stata bloccata dalla precedente amministrazione leghista. Motivo della scelta, il fatto che l'ente pubblico non ha soldi in cassa per poter procedere all'acquisto del bene, per cui sarebbe venuto a mancare il motivo del vincolo. Ma alla base, come ha spiegato il sindaco, c'è anche la volontà di sanare una situazione delicata, posto che la procedura di apposizione del vincolo sarebbe stata condotta in modo non corretto. In particolare, come ha spiegato l'assessore Silvano Pillin, in base al Testo unico sugli espropri era necessario avviare il procedimento almeno 20 giorni prima dell'adozione della variante 38, quella che ha introdotto il vincolo. Un vizio di forma, dunque, che si aggiunge alla sostanza (le casse vuote).

Ma ci sono altri punti poco chiari dietro la vicenda. Il più clamoroso è che come hanno affermato molti in aula la proprietaria avrebbe offerto al Comune la casa in vendita già diversi anni prima, ma la Giunta Soresi avrebbe fatto orecchie da mercante, salvo poi muoversi all'ultimo momento con un vincolo affrettato e prendendo in controtempo la proprietaria, che nel frattempo aveva avviato trattative per la cessione. Di qui il ricorso agli avvocati e il dietrofront del Comune. La casa in questione, che avrebbe potuto diventare un auditorium per attività culturali, resterà quindi in mano ai privati e ospiterà una serie di appartamenti: «Un altro esempio di come soccombe l'interesse collettivo» - ha commentato Fabio Martina (Pd).
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 09/07/2008

Messaggio Da diego il Ven 11 Lug 2008 - 23:58

ARTE
"Spilimbergo- Fotografia": undici mostre per immagini
Pordenone

NOSTRO SERVIZIO

Due sono i temi principali affrontati da "Spilimbergo Fotografia 2008", che propone un ricco calendario di mostre, premiazioni e incontri a partire da sabato prossimo fino al mese di ottobre: i confini e la memoria; otto le località, tra cui alcune molto suggestive, dalla pedemontana pordenonese a Gorizia; undici le mostre che si integrano all'esposizione già in corso a Pordenone negli spazi espositivi della Provincia dall'esplicito titolo "Confini/Frontiere", visitabile fino al 7 settembre.

Questi gli ingredienti del menù approntato dal Craf, Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia, per il coordinamento scientifico di Antonio Giusa, con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Pordenone e la Comunità Montana del Friuli Occidentale.

Sabato prossimo si entra dunque nel vivo della manifestazione, alle 19, con l'inaugurazione ufficiale a Spilimbergo (Palazzo la Loggia di piazza Duomo), seguita alla consegna del Premio "Friuli Venezia Giulia 2008", promosso dalla Presidenza del Consiglio Regionale, assegnato a Mario Dondero, una delle più originali figure del fotogiornalismo contemporaneo in Italia e nel mondo.

Alle 20, in Corte Europa, sarà inaugurata "FVG_ 2008", rassegna che presenta un panorama della recente produzione fotografica regionale, dai professionisti dell'immagine ai ricercatori che si avvicinano all'arte contemporanea.Nella stessa giornata, ma a Cavasso Nuovo, nel "Palazat" alle 16, saranno inaugurate le due mostre "Nell'intimità della memoria", frutto della ricerca di Marina Cavazza sulla tragedia di Marcinelle, legandosi così a uno dei temi cari al Craf, quale l'emigrazione, e "Viaggio in Belgio", dove le fotografie di Catia Drigo affrontano con sguardo contemporaneo e distaccato i siti minerari.

Da domenica 13 luglio Lestans ospiterà in Villa Ciani gli "Occhi nuovi" di sei giovani fotografi dell'Accademia di Belle Arti di Venezia e Villa Manin, con l'intento di valorizzare i nuovi talenti, e a Villa Savorgnan "Case di cartone", fotografie e video di Marissa Morelli e Max Rimmel (progetto workingonmemory), e "Franco Vaccari", l'artista delle "esposizioni in tempo reale" e del concetto di "inconscio tecnologico", di cui saranno proposti i due ultimi video e una decina di fotografie. Le inaugurazioni saranno rispettivamente alle 11 e a mezzogiorno.

Sulla scia del ricordo, fra memoria delle vite private e storie pubbliche, si offre la straordinaria testimonianza della Russia Putiniana di Mario Dondero con l'esposizione "I rifugi di Lenin", che sarà inaugurata nella Villa Sulis di Castelnovo del Friuli, alla presenza dell'autore. Nella stessa dimora, ma il 18 luglio, alle 18, la manifestazione proseguirà con l'inaugurazione di "Confini Arte-fatti" in collaborazione con l'Istituto Statale d'Arte "Sello" di Udine e la consegna dell'International Award of Photography dell'Unione Industriali della Provincia di Pordenone a Barnard Plossu.

Sempre il 18 luglio, nel Museo Cerutti di Ragogna, inaugurazione, alle 17.30, di "Immagini del lavoro nella montagna friulana". A fare da splendida cornice a "Paesaggi interposti", con il focus puntato sulla rete minore delle strade e delle acque della provincia pordenonese, sarà da sabato 26 luglio (inaugurazione alle 18) l'ex centrale idroelettrica di Malnisio.

Parlando di confini, non poteva infine mancare Gorizia, nei cui musei di Borgo Castello, dal 13 settembre al 12 ottobre, le fotografie di Fabrizio Cicconi e Kai-Uwe Sculte-Bunert indagheranno "2_luoghi divisi". Le mostre sono a ingresso libero. Per informazioni (anche sui corsi tenuti da Roberto Salbitani in luglio e agosto): www.craf-fvg.it.

Clelia Delponte
avatar
diego

Numero di messaggi : 528
Età : 35
Data d'iscrizione : 05.05.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 09/07/2008

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum